21 marzo

Giornata delle persone con sindrome di Down

#NotSpecialNeeds, la campagna di Coordown del 2017

Ricevere un’istruzione adeguata, trovare un lavoro, andare a vivere da soli, uscire con gli amici, praticare sport, avere una relazione sentimentale, esercitare pienamente i propri diritti di cittadino. Sono solo alcune delle necessità che accomunano gli esseri umani e che, nel caso di alcune persone, vengono però considerate “bisogni speciali”. Gioca su questo la nuova campagna del CoorDown.

Quando si parla di aspetti importanti della vita di ciascuno di noi, in riferimento alle persone con sindrome di Down, si attribuisce l’etichetta di bisogni speciali. Ma, a guardare bene, le persone con sindrome di Down hanno le stesse esigenze di chiunque altro: studiare, lavorare, avere delle opportunità, far sentire la propria voce ed essere ascoltati.

Certo, possono aver bisogno di un sostegno, che qualche volta significa assistenza vera e propria, ma questo non cambia la natura di quelle esigenze, cioè non rende speciali dei bisogni semplicemente umani.

 

La campagna di comunicazione di CoorDown del 2016 ci parla dello sguardo degli altri, lo sguardo che condiziona e a volte discrimina.
Tu come mi vedi? Ci chiede AnnaRose.

Noi vediamo in lei e nel suo racconto una vita dalle molte sfaccettature e ci riconosciamo nella ricchezza di opportunità, amicizie, affetti che pure si accompagnano a sfide e momenti di difficoltà.