5×1000 ad AGPD. Passaparola!

Aiutaci a sostenere i nostri progetti.
Serve la tua firma perché abbiamo un obiettivo ambizioso: continuare a sostenere progetti e attività che possano supportare la persona con sindrome di Down a raggiungere i più alti livelli di inclusione sociale e lavorativa.

Utilizza i nostri materiali informativi:

Basta la tua firma, nel riquadro Scelta per la destinazione del 5×1000 dell’IRPEF, in Sostegno delle organizzazioni non lucrative di utilità socialeil Codice Fiscale  di AGPD 97025060159.

 

    • Scarica il promemoria del 5×1000 (Per un futuro possibile e Costruisci insieme a noi il suo futuro). Stampalo e donalo ai tuoi amici o invialo via mail
    • Scarica i nostri volantini (Per un futuro possibile e  Costruisci insieme a noi il suo futuro) e il mini-poster (Per un futuro possibile e  Costruisci insieme a noi il suo futuro in formato A4.
      Diffondili: al lavoro, negli esercizi commerciali, presso gli studi medici e professionali, a scuola, al CAF, in banca, in posta…
    • Invia un sms o un messaggio via what’s up ad amici e parenti: potranno memorizzarlo e utilizzarlo al momento della dichiarazione dei redditi
      • Io do il mio 5×1000 ad AGPD, Associazione Genitori e Persone Sindrome di Down. Non costa nulla. Bastano la firma e il codice fiscale 97025060159
      • Non sai a chi dare il tuo 5×1000? Io lo do ad AGPD, Associazione Genitori e Persone Sindrome di Down. Bastano la firma e  il codice fiscale 97025060159
    • Hai un profilo Facebook? 


Ricorda

Il 5×1000 è una forma di sostegno gratuita.
Non costa nulla e non sostituisce l’8×1000.

ATTENZIONE
Anche chi riceve solo il modello CUD può destinare il suo 5 per mille ad AGPD.
Basta: compilare la scheda allegata al CUD, ponendo la propria firma in “scelta per la destinazione del 5 per mille dell’IRPEF”, e specificando il codice fiscale di AGPD,  97025060159 e consegnare la scheda compilata in busta chiusa presso: uffici postali, sportelli bancari o intermediari abilitati alla trasmissione telematica (CAF, commercialisti, ecc.), che la ricevono gratuitamente.