Agpd si presenta

AGPDL’AGPD Onlus, Associazione Genitori e Persone con Sindrome di Down, è un punto di riferimento in Lombardia per le persone con sindrome di Down e per le loro famiglie.
Si batte da sempre e opera per l’inclusione, il rispetto, la dignità e la maggior autonomia possibile delle persone con sindrome di Down.

Nata nel 1981, per iniziativa di alcuni genitori, l’associazione, che oggi conta circa 250 associati, è gestita a livello organizzativo attraverso un Consiglio Direttivo e una Presidenza, costituiti esclusivamente da genitori, e si avvale della collaborazione di un’équipe di medici e professionisti nella riabilitazione e nella pedagogia.

L’associazione svolge un lavoro incessante di mediazione, di riferimento, di sensibilizzazione e di formazione lavoro, operando in sinergia con tutte le strutture della nostra società e collaborando con ogni istituzione pubblica e privata.

Al centro di ogni sua azione c’è la persona con sindrome di Down, bambino prima, ragazzo e adulto poi, di cui si mettono in luce le potenzialità, aiutandola a raggiungere i più alti livelli di integrazione sociale e autonomia.

Il motto dell’associazione è “Vola con le tue ali”: una realtà possibile, un dovere di tutti, perché sono un dovere di tutti il rispetto e la dignità dell’essere umano.

 
 

Ambrogino D’Oro 2015
 
 

“GNPD 2019

13 ottobre 2019, Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down anche AGPD in piazza per proporre l’ormai tradizionale messaggio di cioccolato che promuove l’inclusione sociale e sostiene le attività della nostra associazione.

L’appuntamento annuale promosso da CoorDown vedrà i volontari delle associazioni aderenti al coordinamento nazionale distribuire in oltre 200 piazze in italia il messaggio di cioccolato, realizzato con cacao proveniente dal commercio equo e solidale.

“Non lasciate indietro nessuno” è il messaggio che CoorDown Onlus lancia in occasione della Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down per ricordare a tutti che solo maggiori opportunità a scuola, nel mondo del lavoro e nella vita sociale possono portare alla piena inclusione per ogni persona con disabilità.
 
 
 

Venite a trovarci !

  • Gap, di corso Vittorio Emanuele, Milano,
    sabato 12 e domenica 13, dalle 10:00 alle 19:00
  • Esselunga,  Pioltello
    sabato 12, dalle 9:30 alle 19:30
  • Strac run, Parco nord Milano
    domenica 13, dalle 8:30 alle 12:30

Notte Dance


Il 6 giugno alle 21, a grande richiesta torna la Notte Dance con DJ Bomber, dedicata ad Agpd.
Dove? Ristoro San Cristoforo, Alzaia Naviglio Grande 122, Milano


Vuoi essere dei nostri?
Partecipa alla festa e scendi in pista con noi.
La notte con Dj Bomber è un evento imperdibile e puoi invitare tutti i tuoi amici.
Registrati  all’indirizzo https://dance4agpd.eventbrite.it/
L’entrata è con donazione libera e ogni consumazione costa 5 euro.


Il ricavato della serata verrà interamente devoluto a sostenere i tirocini lavorativi dei giovani di AGPD. Perchè l’inclusione lavorativa non è un sogno, ma un obiettivo!

Se l’anno scorso non c’eri ecco cosa ti sei perso

Per info scrivi a nottedance@agpd.it

Uniti nel condannare

Uniti nel condannare la campagna di comunicazione per il 5×1000 della Fondazione dell’istituto Besta.
“Per curare il suo cervello, ci serve il tuo aiuto”: Aipd, Coordown, Coordinamento Down Lombardia e Ledha condannano la campagna della Fondazione dell’istituto Besta.“Foto e messaggio sono sbagliati e offensivi. Chiediamo rimozione immediata”

Segnaliamo che a seguito dell’invio del comunicato stampa, che riportiamo più sotto, la campagna è stata rimossa. Avremmo gradito scuse autentiche da parte del presidente Gambini, ad ogni modo siamo felici di avere raggiunto il nostro obiettivo primario.

Aggiungiamo che ci conforta sapere che parole di solidarietà autentica siano condivise dai professionisti dell’Istituto, come testimonia il testo di questa mail indirizzata alla nostra presidente.

Aipd, CoorDown, Coordinamento Down Lombardia e Ledha, denunciano la campagna di comunicazione diffusa con affissioni nella città di Milano e sul proprio canale Youtube dalla Fondazione I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Carlo Besta, che ritrae un bambino con tratti tipici di persona con sindrome di Down, cui si accompagna il messaggio “Per curare il suo cervello ci serve il tuo aiuto” e diffidano la Fondazione dal proseguire la diffusione della cartellonistica e delle immagini digitali, richiedono che nelle prossime 24 ore la campagna in oggetto venga rimossa e che venga dato atto di aver provveduto. Inoltre, le associazioni richiedono pubbliche scuse, in mancanza di questi atti concreti saranno costrette a ricorrere alle vie legali per far cessare tale campagna, richiedendo il riconoscimento dei danni compresi quelli d’immagine.

Si tratta di una campagna dal contenuto offensivo e ingannevole, che rimanda il messaggio di una “malattia curabile” e dunque la falsa convinzione che ci siano strade scientifiche percorribili per ridurre il danno cognitivo, che tipicamente accompagna la persona con sindrome di Down.
È noto invece che la sindrome di Down, trisomia 21, non è una malattia, ma una anomalia cromosomica. Le associazioni firmatarie della richiesta denunciano la natura lesiva del messaggio diffuso, che attenta alla dignità della persona, spazzando con indifferenza i passi, compiti negli ultimi 40 anni, per favorire la piena integrazione della persona con disabilità intellettiva. È motivo di ulteriore indignazione il fatto che ad affermare la possibilità di cura sia la Fondazione di un istituto di fama nazionale che raccoglie decine di ricercatori e fa della ricerca scientifica la sua missione.

Aipd, CoorDown, Coordinamento Down Lombardia e Lehda chiedono che tale campagna sia ritirata immediatamente per evitare che il danno procurato, non solo alla comunità delle persone con sindrome di Down anche sul piano culturale, da un simile messaggio possa essere limitato.

Dichiarazione di Antonella Falugiani, Presidente CoorDown “Come mamma e come rappresentante di migliaia di persone con sindrome di Down ritengo sia gravissimo che ancora nel 2019 si debba reagire con forza a messaggi fuorvianti e violenti. CoorDown lavora al livello istituzionale per tutelare i diritti per le quarantamila persone con sindrome di Down che ogni giorno lottano per conquistarsi un posto in questa società, e per spazzare via pregiudizi e false credenze, per giunta oggi diffuse da chi invece dovrebbe dare corretti messaggi. Chiediamo che ci sia rispetto e che la campagna sia rimossa subito”.

Dichiarazione Paolo Grillo, Presidente AIPD Nazionale “Condanniamo fermamente il messaggio trasmesso attraverso questa campagna, che oltre a essere sbagliato – la sindrome di Down non è una malattia e non ha una cura – rischia di confondere le famiglie e di illuderle che esista una ricerca capace di trasformare i loro figli. Aipd da 40 anni lavora per valorizzare le capacità delle persone con sindrome di Down, affinché possano inserirsi in una società che, da parte sua, non deve ‘cercare una cura’, ma piuttosto sviluppare una cultura inclusiva. La campagna della Fondazione Besta evidentemente non indica questa direzione”.

Dichiarazione di Gian Marco Gavardi, presidente del Coordinamento Down Lombardia “Le persone con sindrome di Down testimoniano quotidianamente i livelli possibili di inclusione, grazie anche al lavoro delle Associazioni che con l’impegno di professionisti e genitori le accompagnano nel loro percorso di vita. Tutto questo non può e non deve essere messo in dubbio da comunicazioni errate come questa campagna della Fondazione Besta da cui dissentiamo fortemente e ne richiediamo la rimozione”.

Dichiarazione di Alessandro Manfredi, Presidente LEDHA-Lega per i diritti delle persone con disabilità “Oltre che falso e scientificamente infondato, il messaggio veicolato da questa campagna di comunicazione è gravemente lesivo dei diritti e della dignità delle persone con disabilità. Per questo motivo LEDHA diffida la Fondazione dal proseguire la diffusione della sua campagna pubblicitaria. Chiediamo l’immediata rimozione di tutti i manifesti e le scuse della Fondazione. Ci riserviamo la possibilità di valutare possibili azioni legali che, tuttavia, vorremmo non dover intraprendere in considerazione della grande stima per il lavoro svolto dall’Istituto Neurologico Besta”.
10/05/2019

*AGPD accoglie l’invito dei firmatari a non divulgare le immagini della campagna e invita i propri utenti a fare altrettanto

#LeaveNoOneBehind

Non lasciare indietro nessuno.

Il 21 marzo è la Giornata Internazionale delle persone con Sindrome di Down e AGPD ha scelto di celebrare questo evento attraversando le vie della città di Milano.
Parteciperemo alla Stramilano che si terrà domenica 24 marzo e celebreremo il lavoro come diritto per tutte le persone con sindrome di Down.

Unisciti a noi. Saremo in tanti: runner esperti, semplici camminatori, famiglie con bambini, amici e colleghi. Ciascuno al proprio passo, nel rispetto del proprio ritmo, correremo o cammineremo per arrivare alla meta.

Scegli la corsa che fa per te: Stramilanina di 5 km o Stramilano di 10 km.

Iscriviti all’indirizzo
https://www.stramilano.it/…
Segnalaci la tua partecipazione con una mail, scrivi a maratona@agpdonlus.it.
Ci daremo appuntamento per condividere il percorso in città.

Infine, fai un passo in più, per aiutarci a realizzare un piccolo grande sogno. Con una donazione anche minima potrai contribuire a sostenere il percorso di accompagnamento al lavoro di 2 giovani con sindrome do Down.

Passaparola! Dona all’indirizzo
https://www.retedeldono.it/…

 

Scopri di più sulle celebrazioni legate a questa giornata https://www.worlddownsyndromeday2.org/
#WDSD2019  #LeaveNoOneBehind #AGPD

People #noiceravamo

Il 2 marzo a Milano anche AGPD ha partecipato alla manifestazione nazionale, la grande iniziativa pubblica per dire che vogliamo un mondo che metta al centro le persone.
#agpd4people

Ne condividiamo i principi, li incarniamo da quasi 40 anni. Da sempre lottiamo al fianco delle persone con sindrome di Down, incuranti di differenze economiche, sociali o religiose, per affermare il diritto di tutti a una vita piena.
Il sostegno alla persona ci sta a cuore e abbiamo una natura democratica: crediamo nell’uguaglianza delle persone e nel riconoscimento e nella garanzia dei loro diritti.

Per questo abbiamo condiviso l’appello di People.

Il nostro è un appello a tutte e a tutti: diamo vita a una grande iniziativa pubblica per dire che vogliamo un mondo che metta al centro le persone.

La politica della paura e la cultura della discriminazione vengono sistematicamente perseguite per alimentare l’odio e per creare cittadini e cittadine di serie A e di serie B.

Per noi, invece, il nemico è la diseguaglianza, lo sfruttamento, la condizione di precarietà.

Inclusione, pari opportunità e una democrazia reale per un Paese senza discriminazioni, senza muri, senza barriere: per questi valori promuoviamo a Milano il prossimo 2 marzo una mobilitazione nazionale.

Perché crediamo che la buona politica debba essere fondata sull’affermazione dei diritti umani, sociali e civili.

Perché pensiamo che le differenze – legate al genere, all’etnia, alla condizione sociale, alla religione, all’orientamento sessuale, alla nazione di provenienza e persino alla salute – non debbano mai diventare un’occasione per creare nuove persone da segregare, nemici da perseguire e ghettizzare o individui da emarginare.

Noi siamo per i diritti e per l’inclusione.

Info: https://www.people2march.org/2.0/

#iocisarò #primalepersone #agpd4people

 

I progetti

I progetti proposti dall’associazione sono parte integrante di un percorso condiviso e che si costruisce attraverso la conoscenza, nell’arco degli anni.

Sono destinati a ogni fascia di età: bambini, ragazzi, adulti con sindrome di Down.

I percorsi proposti coniugano azioni sulla persona e con le persone: rete familiare e sociale. Ciascun progetto persegue obiettivi specifici. Tutti mirano a favorire il percorso verso l’autonomia della persona con sindrome di Down, ponendo al centro di ogni azione il suo sviluppo armonico.

Le attività e i progetti 2018-2019

Note Libere

AGPD ha celebrato la Giornata Internazionale delle persone con disabilità con il concerto dell’orchestra AllegroModerato, tenutosi il 6 dicembre alle 20.00.
La serata,
 voluta da AGPD nella splendida Palazzina Liberty, di Largo Marinai d’Italia, a Milano,è stata realizzato con il patrocinio del Comune di Milano e Ledha Milano e con la partecipazione di  Alma Rosè.

Protagonista assoluta: l’orchestra sinfonica AllegroModerato con i suoi musicisti non comuni e un programma di musica classica d’eccezione.

Clicca per visualizzare il:
Comunicato Stampa AGPD
Libretto di Sala

 

Il nostro 14 ottobre

La Giornata Nazionale delle Persone con sindrome di Down abbiamo scelta di celebrarla così, seguendo con una troupe televisiva un ragazzo di nostra conoscenza, Salvatore, per raccontare il suo quotidiano.

 

Quest’anno il  tema della campagna è: la piena inclusione scolastica degli alunni con sindrome di Down, la base per un futuro senza barriere.
In questo video Salvatore ci mostra quel futuro in tutta la sua pienezza.
https://www.facebook.com/SkyTG24/

 

 

Sabato in musica

sabato 9 giugno: tutti alla Locanda alla Mano, in piazza del Cannone, a Milano.
Un’occasione per ascoltare il Coro delle mani bianche, per bere insieme un aperitivo e per augurarci buona estate.

Dietro al Castello Sforzesco, c’è Una grande mano aperta. Dal 2013 segnala la presenza di un chiosco: la Locanda alla Mano è una caffetteria davvero speciale, per noi di AGPD un vero e proprio Hub formativo, dove molti dei nostri ragazzi affrontano un periodo di stage e tirocinio, si mettono alla prova e imparano una professione.
Scoprite come è nato questo spazio.